foto: M. Mazzadi (COMMESTIBILE)
foto: M. Mazzadi (COMMESTIBILE)

Russula violeipes Quélet 1898


cappello: 4-8 cm, inizialmente subgloboso, poi convesso, appianato, spesso depresso o ombelicato; margine sottile; cuticola asciutta, finemente vellutata, pruinosa al margine, infine liscia e brillante, di colore molto variabile, diverse tonalità di giallo citrino, verde oliva, con zone ocracee associate con ± ampie variegature carminio violaceo, porpora vinoso, anche completamente citrino (fo. citrina)

lamelle: da attenuate a sub-decorrenti, forcate, inizialmente fitte e lardacee, biancastre, crema pallido.

gambo: 4-7 x 1-3 cm, cilindrico, spesso attenuato alla base, duro, pieno, poi cavernoso, pruinoso specie nella zona mediana, di colore violaceo, carminio, porporino ± intenso, anche tutto bianco (fo.citrina)

carne: dura, compatta, poi molle, bianca, odore di gamberetti cotti e di tapinambur, sapore dolce.

spore: in massa crema pallido, ellissoidali, verrucose-reticolate, 6,7-9 x 6,4-8µm.

habitat: in boschi di latifoglia, sotto querce, carpini, faggi, castagni; estate, autunno.

Osservazioni: Il gambo colorato di violetto è una caratteristica costante di questo carpoforo,specie commestibile


Copyright Gruppo Micologico Vittadini Monza

 

In ottemperanza alle disposizioni del recente DPCM 24 ottobre 2020, recante Misure urgenti di contenimento del contagio (diffusione del virus COVID-19) sullintero territorio nazionale, si dispone che la sede rimarrà chiusa fino a data da definire.


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.