Leucoagaricus purpureorimosus Bon & Boiffard 1978

Note: questo bellissimo Leucoagaricus, dal portamento elegante, si riconosce principalmente per il cappello vivacemente colorato di rosa-porpora, con cuticola fessurata in senso radiale che mette in evidenza la carne bianca sottostante, per il gambo liscio, leggermente claviforme, con anello membranoso ad imbuto, e per l’epicute gelificata al disco.

Leucoagaricus purpureolilacinus dovrebbe avere spore cilindriche più allungate, con Q maggiore di 2 (Q = rapporto lunghezza / larghezza della spora). Leucoagaricus subolivaceus ha il cappello con toni bronzeo olivacei. Tutti con cuticola almeno parzialmente gelificata, in pratica con epicute di tipo ixocutis al disco.

La particolare morfologia dell’anello, membranaceo ad imbuto, associata al gambo liscio, è una caratteristica che consente di riconoscere un Leucoagaricus sul campo.

 

 

Lunedì 5 ottobre, osservazione dei funghi dal vero. Invitiamo i soci a portare funghi trovati nel week-end e su cui sono interessati a sapere di più.


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.