Lepiota xanthophylla P.D. Orton 1960

Note: tra le numerose Lepiota con spore ellissoidali-ovoidali, Lepiota xanthophylla si riconosce con facilità per via del cappello, gambo, lamelle e carne prevalentemente di colore giallo.

Questa bellissima specie cresce in natura nell’humus dei boschi, ma esiste anche una forma che cresce nelle serre (Migliozzi, 1989), con colorazione pileica più sul giallo-verde e con spore più cilindriche. Vellinga & Huijser (1997) elevano al rango di specie la forma delle serre evidenziata da Migliozzi, creando così una nuova Lepiota dai colori gialli con il nome di Lepiota elaiophylla, separandola, da L. xanthophylla, principalmente per le spore più strette, l’epicute di tipo tricoderma, senza un vero strato di elementi claviformi alla base delle ife lunghe, e per la crescita nelle serre. Horak (2005) considera L. elaiophylla sinonimo di L. xanthophylla.

 

 

Lunedì 14 Settembre ci troviamo in sede per discutere i funghi portati dai soci.

In vista della prossima assemblea ordinaria inoltre, saranno presentati i candidati per le elezioni del nuovo consiglio direttivo. 

RIAPERTURA SEDE!!!!


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.