Lepiota tomentella J.E. Lange 1923

Note: Lepiota tomentella è molto simile alla più comune Lepiota rufidula (= L. castanea ss. auct.), dalla quale si separa ad occhio nudo, sempre con un po’ di difficoltà, per produrre carpofori piuttosto piccoli, con cappello più feltrato-tomentoso con quame irsute al centro, e per il gambo con squame-fioccose molto diradate, microscopicamente è distinta per le spore più piccole e per le ife terminali dell’epicute più tendenzialmente cilindrico-clavate, non attenuati all’apice.

L. rufidula è un po’ più grande, ha il cappello con cuticola più dissociata in squame, il gambo con squame-fioccose più fitte e spore più grandi di 10 µm. Lepiota castanea ha spore di dimensioni simili a L. tomentella, ma ha il cappello di colore più scuro, bruno, bruno-fulvo, e non presenta squamette irsute al centro.

 Lunedì 16 ottobre spiegazione dal vero dei funghi portati in sede.

 

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.