Lepiota pseudolilacea Huijsman 1947

Note: tra le specie della sottosezione Felininae, con spore ellissoidali-ovoidali ed epicute di tipo trico-imeniderma, Lepiota pseudolilacea si riconosce per la taglia non tanta piccola, il cappello colorato di bruno-porpora carnicino e per l’anello membranoso ben distinto, spesso obliquo, decorato nella faccia inferiore da squame di colore bruno-porpora.

Molto simile per colorazione pileica e per l’anello bordato di bruno-porpora sulla faccia inferiore è Lepiota lilacea, ma questa specie ha epicute differente, di tipo imeniderma, a ife clavate disposte a palizzata come i basidi in un imenio. Lepiota felina è distinta per la calotta discale molto scura, di colore nerastro, nero-bruno. Con colori simili e con gambo munito di anello, sono anche Lepiota helveola e Lepiota subincarnata (= L. josserandii), separabili per l’assenza dello strato di ife clavate alla base degli elementi lunghi dell’epicute.

In ottemperanza alle disposizioni del recente DPCM 24 ottobre 2020, recante Misure urgenti di contenimento del contagio (diffusione del virus COVID-19) sullintero territorio nazionale, si dispone che la sede rimarrà chiusa fino a data da definire.


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.