Lepiota cristata (Bolton) P. Kumm. 1871

Note: Lepiota cristata si riconosce per la cuticola pileica colorata di bruno-fulvo, bruno-ocra, bruno-vinoso, da scura a piuttosto chiara, dissociata in squame che ben contrastano con il fondo biancastro, per l’anello membranoso, talora dissociato in lembi sul margine del cappello, e per il caratteristico odore viroso, definito di L. cristata e usato come odore di riferimento nelle descrizioni di altre specie. Microscopicamente la struttura dell’epicute di tipo imeniderma, a ife clavate, associata alle spore speronate, fusiformi con base tronca e sperone laterale, la separa in modo inequivocabile da tutte le altre Lepiota.

In ottemperanza alle disposizioni del recente DPCM 24 ottobre 2020, recante Misure urgenti di contenimento del contagio (diffusione del virus COVID-19) sullintero territorio nazionale, si dispone che la sede rimarrà chiusa fino a data da definire.


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.