Echinoderma pseudoasperulum (Knudsen) Bon 1991

Note: Echinoderma pseudoasperulum è molto simile al più comune Echinoderma carinii, dal quale si fa riconoscere per produrre carpofori più piccoli e di portamento più esile, con gambo piuttosto sottile e slanciato, con cappello piuttosto chiaro, senza cheilocistidi, e crescenti in boschetti di latifoglie.

E. carinii è di portamento più robusto, ha il cappello più grande, fino a 5 cm, di colore bruno-ocra-giallognolo, e con gambo più tozzo in genere non più lungo del diametro del cappello, inoltre presenta dei cheilocistidi e predilige crescere presso vecchi alberi di Cedrus, anche se talvolta viene rinvenuto sotto latifoglie.

In ottemperanza alle disposizioni del recente DPCM 24 ottobre 2020, recante Misure urgenti di contenimento del contagio (diffusione del virus COVID-19) sullintero territorio nazionale, si dispone che la sede rimarrà chiusa fino a data da definire.


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.