Chamaemyces fracidus (Fr.) Donk 1962

Note: Chamaemyces fracidus, a prima vista, per via del gambo armillato e del colore chiaro del cappello, richiama moltissimo Cystoderma carcharias, tuttavia, si riconosce con facilità, anche a occhio nudo, per il cappello viscido e per le caratteristiche goccioline di colore ambra che ricoprono il gambo ed il cappello nei carpofori giovani, microscopicamente è caratterizzato da un’epicute di tipo ixoimeniderma.

I Cystoderma hanno il cappello asciutto granuloso-farinoso, con epicute di tipo epitelio-echinoderma, a ife più o meno sferiche spesso unite in catenelle. Chamaemyces demisannulus, da noi considerato sinonimo di Ch. fracidus, dovrebbe essere privo di pileocistidi.

In ottemperanza alle disposizioni del recente DPCM 24 ottobre 2020, recante Misure urgenti di contenimento del contagio (diffusione del virus COVID-19) sullintero territorio nazionale, si dispone che la sede rimarrà chiusa fino a data da definire.


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.