Agaricus luteomaculatus F.H. Møller 1952

Note: tra gli Agaricus di piccola taglia ingiallenti al tocco e con odore di anice, simile a mandorle, Agaricus luteomaculatus si fa riconoscere per il cappello più o meno completamente giallognolo, giallo paglierino, con al centro piccole squame soffuse di bruno-porpora, con il margine merlettato appendicolato da residui di velo, per il gambo con base bulbosa e per la crescita nei boschi.

Molto simile è Agaricus xantholepis, di portamento più robusto, con il cappello più colorato di giallo, giallo-ocra, crescente nei boschi di conifere. Agaricus comtulus cresce nei prati fuori dai boschi, ha il cappello bianco nel giovane, giallo-ocra-porporino solo al centro e nel carpoforo adulto, il gambo cilindrico senza base bulbosa, ed è senza cheilocistidi.

 

 

Lunedì 14 Settembre ci troviamo in sede per discutere i funghi portati dai soci.

In vista della prossima assemblea ordinaria inoltre, saranno presentati i candidati per le elezioni del nuovo consiglio direttivo. 

RIAPERTURA SEDE!!!!


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.