Agaricus bernardii Quél. 1878

Note: Agaricus bernardii si riconosce per il portamento piuttosto tozzo, molto carnoso e robusto, con il margine del cappello fortemente involuto, richiamante in sezione le corna di un montone, per la carne con odore sgradevole, arrossante al taglio soprattutto nella zona adiacente le lamelle e all’attaccatura del gambo con il cappello, e per l’anello infero, spesso con esigui frammenti di velo generale alla base del gambo.

Agaricus bernardiiformis, è molto simile ma con cappello squamoso-fibrilloso, anello cotonoso, carne non arrossante e praticamente inodore. Agaricus bitorquis si distingue principalmente per il cappello biancastro, la carne meno arrossante e con odore gradevole, per i residui di velo generale alla base del gambo più evidenti tali da simulare una sorta di volva.

 

 

Lunedì 14 Settembre ci troviamo in sede per discutere i funghi portati dai soci.

In vista della prossima assemblea ordinaria inoltre, saranno presentati i candidati per le elezioni del nuovo consiglio direttivo. 

RIAPERTURA SEDE!!!!


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.